La Loggia del Romanino nel Castello del Buonconsiglio di Trento: storia e significato di un capolavoro del Cinquecento

La Loggia Grande del Magno Palazzo nel Castello del Buonconsiglio a Trento fu affrescata, tra il 1531 e il 1532, da Girolamo Romani, detto il Romanino: è uno dei grandi capolavori del Cinquecento.

Sorgente: La Loggia del Romanino nel Castello del Buonconsiglio di Trento: storia e significato di un capolavoro del Cinquecento

Verrocchio maestro di Leonardo, la prima monografica sul grande artista tra capolavori e nuove attribuzioni

…poche sono state le occasioni espositive in cui s’è potuto dar conto delle innovazioni introdotte dal grande maestro fiorentino, del primato da lui raggiunto nel contesto della Firenze laurenziana, dell’evoluzioni del gusto da lui determinato, del decisivo ruolo che la sua bottega ricoprì nell’ambito della formazione d’una vasta schiera d’artisti d’importanza tutt’altro che secondaria (basti pensare al solo Leonardo da Vinci). Prima della mostra Verrocchio. Il maestro di Leonardo, in corso a Palazzo Strozzi e al Museo Nazionale del Bargello dal 9 marzo al 14 luglio 2019, il Verrocchio è stato tutt’al più protagonista di rassegne focalizzate su di un’opera (è il caso di quella che seguì il restauro del David del Bargello nel 2003), o comprimario di più ampie esposizioni sul Quattrocento fiorentino (per esempio, nel 2011 il suo Busto di gentildonna e il Ritratto di Giuliano de’ Medici presero la via di Berlino prima e di New York poi per essere esposti alla grande mostra in due tappe sulla ritrattistica rinascimentale da Donatello a Bellini), o ancora attore non protagonista di monografiche dedicate ad altri (come quella su Leonardo tenutasi a Palazzo Reale nel 2015, …

Sorgente: Verrocchio maestro di Leonardo, la prima monografica sul grande artista tra capolavori e nuove attribuzioni

Restauro: seminario sull’impiego di solventi organici – Il Giornale del Restauro e del Recupero dell’Arte

Quali sono i prodotti chimici impiegati nel restauro che possono maggiormente compromettere la salute degli operatori? Quali sono i rischi da manipolazione di sostanze organiche e inorganiche? Quali sono i parametri chimico-fisici per valutare e per confrontare i rischi derivanti da uso di sostanze chimiche? Quali sono gli indirizzi normativi sulla sicurezza contro il rischio chimico? Quali sono i metodi applicativi nel restauro che consentono di ottenere un adeguata salvaguardia della salute e e dell’ambiente?

Sorgente: Restauro: seminario sull’impiego di solventi organici – Il Giornale del Restauro e del Recupero dell’Arte

Arte e Chimica I Dialoghi del Farnese – Il Giornale del Restauro e del Recupero dell’Arte

PALAZZO FARNESE – ROMA – VENERDI 15 MARZO 18.30-20.00

Da sempre l’arte e la chimica sono strettamente collegate: con i vari pigmenti, dal nero del carbone, il rosso dell’ematite e l’ocra dell’ossido idrato di ferro già presenti nell’arte del paleolitico, fino alla varietà di colori che conosciamo oggi nati dallo sviluppo della chimica industriale.

Numerose tecniche di caratterizzazione fisico-chimiche sono state sviluppate per studiare questi materiali che compongono le opere d’arte al fine di comprendere la loro evoluzione nel tempo, prevenire il loro deterioramento e facilitare il lavoro dei restauratori.

Sorgente: Arte e Chimica I Dialoghi del Farnese – Il Giornale del Restauro e del Recupero dell’Arte

QA turismo cultura & arte-Il dipinto sotto il dipinto di Santa Caterina di Artemisia Gentileschi

06/03/2019 Maria Rosaria Pastorelli

Sorgente: QA turismo cultura & arte-Il dipinto sotto il dipinto di Santa Caterina di Artemisia Gentileschi