Lavoro nei beni culturali: posizioni aperte della settimana per storici dell’arte, bibliotecari, archivisti

Lavoro, ecco le posizioni aperte per lavorare nei beni culturali valide nella settimana dal 6 al 12 giugno 2019.

Sorgente: Lavoro nei beni culturali: posizioni aperte della settimana per storici dell’arte, bibliotecari, archivisti

Bologna, la pala del Guercino torna in San Domenico dopo il restauro

È terminato dopo tre mesi il restauro del San Tommaso d’Aquino nell’atto di scrivere l’inno del Santissimo Sacramento, opera del 1662 del Guercino (Giovanni Francesco Barbieri; Cento, 1591 – Bologna, 1666): la pala è già tornata nella sua cappella, nel transetto destro della Basilica di San Domenico a Bologna. Si tratta di un’opera importante, sia per l’ideazione della composizione, sia per la qualità della stesura pittorica: venne eseguita dal Guercino in una fase molto avanzata della sua carriera, quando aveva già superato i sessant’anni di età ma era ancora in grado di creare opere di grande pregio.

Sorgente: Bologna, la pala del Guercino torna in San Domenico dopo il restauro

Anticipazioni: a Bologna una mostra dedicata a Marc Chagall, tra sogno e realtà

Dal 20 settembre 2019 all’1 marzo 2020 le sale di Palazzo Albergati di Bologna accoglieranno oltre 150 opere di uno degli artisti più amati del Novecento: Marc Chagall (Lëzna, 1887 – Saint-Paul-de-Vence, 1985).

I suoi capolavori tra fiaba, poesia, religione e amore e ricordi d’infanzia conducono i visitatori in un immaginario onirico, al confine tra sogno e realtà. […]

Sorgente: Anticipazioni: a Bologna una mostra dedicata a Marc Chagall, tra sogno e realtà

Come Lucio Fontana realizzava i suoi tagli. Aspetti tecnici delle sue “Attese”

I tagli di Lucio Fontana sono soltanto in apparenza semplici: in realtà ogni taglio richiedeva una particolare preparazione tecnica. In questo articolo, vediamo come il padre dello spazialismo eseguiva le sue opere più famose.

 

Sorgente: Come Lucio Fontana realizzava i suoi tagli. Aspetti tecnici delle sue “Attese”

Via la scuola dell’ultradestra dalla Certosa di Trisulti: per il MiBAC mancano i requisiti per la concessione

La fondazione Dignitatis Humanae Institute (DHI), la scuola dell’ultradestra che da qualche tempo si era insediata nella Certosa di Trisulti, in Ciociaria, non potrà più occupare il duecentesco monastero situato nei pressi di Collepardo (Frosinone): lo ha stabilito il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, secondo il quale la DHI, la fondazione vicina a Steve Bannon che promuove ideali di ultradestra e avrebbe aperto una scuola di formazione nella Certosa, non ha i requisiti per occupare l’edificio. Ha vinto dunque la grande mobilitazione che da mesi chiede al MiBAC di rivedere i criteri con i quali è stata affidata la concessione alla DHI.

 

Sorgente: Via la scuola dell’ultradestra dalla Certosa di Trisulti: per il MiBAC mancano i requisiti per la concessione